Seguimi:
Feed RSS Telegram


L'ordigno

Ebbe l'impressione che uno dei mattoni del pavimento si muovesse un poco, sotto i suoi piedi, ma fu un'impressione e basta. Il casamento era stato ristrutturato più volte, negli anni, i mattoni erano tutti nuovissimi e ben saldi.
Ciò però non toglieva che lì, sotto i suoi piedi, a pochi metri, ci fosse quella grande stanza che ospitava il gigantesco ordigno che avrebbe potuto esplodere da un momento all'altro.
Quando dovesse esplodere non era dato saperlo a nessuno. Poteva essere questione di pochi minuti, di ore o di centinaia d'anni, non si sapeva.
Ma ormai gli inquilini della casa, che da generazioni ci vivevano praticamente a contatto, non ci pensavano quasi più, a tratti sembravano averlo dimenticato del tutto, e la loro vita continuava a scorrere come sempre, coi soliti alti e bassi comuni a tutte le vite.


SCARICA IN FORMATO ePUB
SCARICA IN FORMATO PDF